Alghe marine e piante

Il rapporto tra le piante e le alghe marine è sempre stato ben noto commercialmente, ma dal punto di vista della scienza delle piante, i molteplici benefici che questo ormone naturale della crescita offre sono tenuti tranquilli. In questo articolo si parla di come le alghe marine e il mondo vegetale vanno di pari passo, per lavorare insieme a livello simbiotico.

Cosa sono citochinine, auxine e gibberelline?

Utilizzato come biostimolante in molti nutrienti commerciali moderni, le alghe marine sono ricche di oligoelementi benefici e ricche di ormoni vegetali prodotti naturalmente. Questi ormoni sono costituiti da auxine, citochinine e gibberelline. Usato per fornire segnali di crescita alla pianta e aiutare lo sviluppo dalla germinazione dei semi fino al raccolto. Utilizzati nelle primissime fasi di crescita e prodotti all’interno della zona delle radici, questi tre ormoni naturalmente presenti nelle alghe, svolgono un ruolo fondamentale nella durata di vita della pianta.

GA452D la gibberellina più comune
L’acido acetico Indole-3-acetico il più comune Auxine
Citochinina zeatina

 

 

 

 

 

 

 

Cosa fanno esattamente?

A livello molecolare le citochinine svolgono un ruolo enorme nell’invio di segnali biologici alla pianta, che determinano la crescita e lo sviluppo della divisione cellulare. Prodotte nelle radici, nei semi e nei frutti, viaggiando verso l’alto verso lo xilema, per favorire la crescita laterale e rallentare i sintomi dell’invecchiamento e mantenere le foglie della pianta verdi più a lungo. Oltre ad eseguire la mitosi, lo sviluppo del cloroplasto, il tessuto cellulare della radice, la struttura della ramificazione e la formazione delle foglie. Il modo in cui funziona la citochinina è legandosi a un recettore proteico all’interno della membrana cellulare, che sarà poi collegato a un gruppo di fosfati nel citosol. La proteina si attiverà una volta spostata nel nucleo, dove si lega ai geni della pianta che detteranno la direzione di crescita.

Le auxine sono un gruppo di ormoni vegetali. Queste auxine favoriscono la crescita delle piante in superficie, ma anche la produzione di radici e peli radicali. Le auxine regolano anche la crescita di frutti e fiori.

Le gibberelline sono ciò che determina la crescita degli steli e lo sviluppo dei fiori e dei frutti. A volte usate come un modo di allattamento di vecchi semi ostinati, le gibberelline possono stimolare i semi dormienti producendo un enzima che fornirà al seme un po’ di energia nutritiva. Questo viene poi trasferito nelle radici e poi verso l’alto fino alle punte di crescita. Come per tutto questo, una quantità eccessiva di questi tre ormoni può infatti inibire lo sviluppo delle piante. Fornendo troppa auxina può limitare e arrestare la crescita delle radici, troppa gibberellina può infatti ridurre i tassi di germinazione nei semi e una quantità eccessiva di citochinina può bruciare il tessuto fogliare delle piante.

Alghe marine biologiche certificate come ingrediënt nei prodotti Cellmax

Ora conosciamo tutti i potenti benefici delle alghe marine per le piante. Dobbiamo anche menzionare il lato negativo di questo bellissimo ingrediente. Le alghe marine sono un filtro naturale del mare. nel corso del tempo, l’umanità ha gravemente inquinato il mare, il che significa che le alghe marine nel mare sono più che mai necessarie. è quindi importante che le alghe vengano raccolte in modo responsabile e trattate in modo che tutte le sostanze nocive di questo filtro naturale alla fine non raggiungano le vostre piante. Questo è anche il vantaggio delle alghe marine, perché le alghe contengono un’ampia gamma di oligoelementi che le piante possono riutilizzare quando crescono e fioriscono.

alcuni prodotti di Cellmax contengono alghe marine biologiche certificate a causa delle sorprendenti proprietà che abbiamo spiegato in questo articolo. Il Cellmax Rootbooster e il BIO-Rootbooster contengono entrambi molti estratti di alghe marine ed è per questo motivo che questi prodotti hanno un odore molto forte che può avere l’odore di salsa di soj, o di pesce marcio.

Come suggerisce il nome, Cellmax Alga-Max è un estratto puro di alghe marine che è arricchito con fosforo e potassio. Alga-Max accelera la produzione di fiori e frutta grazie al P205 e al K20. Mentre gli estratti di alghe marine aiutano nella resistenza delle piante contro i colpi di calore e forniscono i necessari ormoni naturali della crescita delle piante.

Infine il Cellmax Flowerstimulator contiene anche piccole tracce di alghe marine per regolare il processo di fioritura e per un migliore assorbimento dei nutrienti.

La mancia: Rootbooster come spray fogliare

L’applicazione di una nebulizzazione fine di Rootbooster miscelato con acqua (a diluizione 2ml/L) sulla parte superiore e inferiore delle foglie, può essere estremamente benefica nella fase vegetativa della pianta. Infatti, questo aumenta anche la resa finale.  Rootbooster come applicazione fogliare non solo è un trattamento istantaneo di ormoni naturali e alghe, ma migliora anche la ritenzione idrica all’interno della foglia e il processo di costruzione delle pareti cellulari. Ottimo per trattare lo stress o la ferita aperta di una pianta, l’applicazione di uno spray fogliare può consentire un migliore assorbimento dei nutrienti e migliorare drasticamente il vigore. Aggiungendo una soluzione delicata ad un flacone spray si ottengono i migliori risultati e ci si assicura sempre che l’alimentazione avvenga su entrambi i lati della foglia.

 

Studi e ricerche

Di seguito è riportato un breve testamento tratto dagli studi della Cadi Ayyad University /Dipartimento di Biologia, Laboratorio di Biotecnologia, Valorizzazione e Protezione delle Agro-Risorse, Marocco. Qui gli studi hanno dimostrato gli effetti delle alghe marine sulla pianta di fagioli, utilizzata per l’agricoltura in Africa.

“L’applicazione dell’estratto di alghe marine sulla pianta di fagioli (Phaseolus vulgaris c. v. Paulista) ha migliorato la crescita vegetativa a concentrazioni inferiori del 25% di Fucus spiralis e del 25% di Ulva rigida che ha avuto la massima influenza, sui parametri di crescita come la lunghezza dei germogli e la lunghezza delle radici. Quando gli estratti liquidi di alghe marine (SLE) applicati a spruzzo fogliare o incorporati nel terreno di coltura con la soluzione nutritiva Hoagland in sistema idroponico, anche i parametri biochimici come il pigmento clorofilla e il contenuto di proteine sono stati migliorati rispetto alle piante di fagioli non trattate. Sono state riscontrate alte percentuali di estratto di alghe marine in coltura media (100% di estratto di Fucus spiralis; 75% e 100% di estratto di Ulva rigida) che hanno mostrato effetti negativi. L’esame dell’attività nitrato riduttasi ha dimostrato che l’applicazione fogliare dell’estratto di alghe marine ha aumentato questa attività enzimatica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *